Questa era stata l'andata al "giro italo/francese"......

Strade, racconti, viaggi, informazioni sui paesi, consigli...

Moderatore: EnduroStradali

Rispondi
Avatar utente
aquilasolitaria
Senior Member
Senior Member
Messaggi: 527
Iscritto il: venerdì 5 agosto 2011, 14:47

Questa era stata l'andata al "giro italo/francese"......

Messaggio da aquilasolitaria » martedì 21 gennaio 2014, 19:24

- Incerto fino a domenica sera (18.7.2010), causa il meteo non proprio :thumbup: nella fascia di confine fra Francia/Piemonte e Valle d'Aosta, e causa di impegni famigliari con date da far coincidere, decido all'ultimo momento, prima di coricarmi, che la mattina seguente sarei partito con meta il passo più alto d'Europa, - il Col de l'Iseran - (seguirà altro report :wink: ).-
Mia figlia che comprende le mie passioni, mi aiuta a preparare in fretta gli effetti personali da inserire nel bauletto e mi consiglia anche l'occorrente anti-pioggia; mi ricorda perfino qualche medicina, oltre a tutto il resto. Poche cose, comunque, e tutto ben stipato.-
- Alle ore 5,00 di lunedì (19.7.2010) sono sveglio :!: Alle ore 5,30 sono in sella con destinazione Aosta.- Avrei potuto percorrere la strada statale da Sacile a Vicenza, ma volevo arrivare più riposato possibile ad Aosta e, dopo aver preso alloggio, andare al passo del Gran San Bernardo, per rinvangare miei ricordi. Quindi, :nono: niente strade statali, ma solo autostrada .......... : Sacile :arrow: PD :arrow: VI :arrow: VR :arrow: BS :arrow: BG :arrow: MI :arrow: NO :arrow: Aosta .-
Mai superato i 130 Km/h ....... quasi sempre dietro, a distanza di sicurezza, di camion che procedono costanti a 100 Km/h ; il resto del traffico è veloce ... nervoso .... ; un continuo superare i limiti di velocità, un continuo ignorare le distanze di sicurezza, ......mentre la mia andatura mi consente d'essere rilassato.-
Poche soste.......un caffè .......un sorso d'acqua .........ed alle ore 13,00 sono in un tranquillo alberghetto d'alta montagna (a quota 1735 mt) a Vens fraz. di Saint-Nicolas (AO).- Un veloce pranzo ....una doccia rinfrescante ......e parto alla volta del passo Gran S.Bernardo.-
Immagine
Seguo il consiglio dell'albergatore : non scendo ad Aosta per imboccare la SS 27 del Gran S.Bernardo, ma percorro una stradina che rimane sempre in quota, ....... quasi un lungo balcone sul fondovalle dove scorre il fiume Dora Baltea .-
Alcune vedute dalla stradina sopra citata :
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagineattraversando anche qualche borgata semi-disabitata .-

- Sono passati un po' di anni dall'ultima volta che l'ho raggiunto, ma via via che salivo, tutto tornava nella mia mente come fossi stato il giorno prima.
Alcune foto scattate prima di arrivare al valico e confine con la Svizzera :
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Ed eccoci al Col du Grand Saint-Bernard
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

uno sguardo alla valle di discesa verso la Svizzera :
Immagine

e ritorno verso Aosta ...... lentamente, gustandomi i panorami visti salendo, da altra prospettiva .-
Ad Aosta mi fermo all'hotel che muove in me i ricordi del passato...
Immagine
Immagine
Immagine

e ritorno al mio alloggio ......al paesino di Vens
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Domani mi aspetta il passo del Piccolo San Bernardo ..... il passo dell'Iseran .....il passo del Moncenisio ..........

lamps
http://www.youtube.com/watch?v=ZAZ-iul2Li4
aquilasolitaria
facebook = Franco Marizza (aquilasolitaria)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno